Resoconto dell'incontro in merito allo schema del DPCM di riorganizzazione del MEF

scarica il documento  Comunicato n. 98 del 26 giugno 2019
A seguito di nostra specifica richiesta, si è svolto ieri l’incontro tra l’Amministrazione e le OO.SS. per una maggiore informativa relativamente al nuovo schema di Regolamento di Organizzazione del M.E.F.

Il Capo Dipartimento ha illustrato i punti salienti del D.P.C.M. ricordando comunque che lo stesso permette di rimodulare la struttura dei vari Uffici lasciando invariati, come da normativa, il numero complessivo delle posizioni dirigenziali.

L’UNSA ha denunciato da prima il carattere della formalità che assume l’incontro in quanto i tempi ristretti (poche ore) di presentazione del D.P.C.M. al Consiglio dei Ministri non permettono di prendere in considerazione all’Amministrazione le possibili osservazioni delle OO.SS. e pertanto ha auspicato che in sede di stesura del D.M. applicativo del Regolamento l’Amministrazione dia maggior spazio e tempo per i possibili suggerimenti, permettendo così di vedere applicato, in senso positivo, l’istituto contrattuale dell’Informativa.

L’UNSA ha espresso soddisfazione per l’istituzione del “Servizio Centrale per il Sistema delle Ragionerie” (art.7 comma 4 lettera m) che, oltre ad ottimizzare il coordinamento delle RR.TT.S., è garanzia della volontà del nuovo corso della Ragioneria Generale di continuare ad affidarsi all’attività lavorativa di tutti gli Uffici Territoriali.

Positivo è anche il mantenimento dell’autonomia operativa delle Commissioni Tributarie poichè saranno demandate alle Ragionerie capoluoghi di regione esclusivamente i servizi strumentali e trasversali (logistica e forniture).

Su quest’ultimo punto l’UNSA ha chiesto al Capo Dipartimento un’attenzione particolare, considerato che a carico delle Ragionerie sopra citate, già in grave sofferenza per via della regionalizzazione delle attività in base al D.M. 03/09/2015 senza incremento di personale, si vengono ad aggiungere le nuove attività, proponendo per le sedi regionali l’immediata apertura delle procedure di trasferimento volontario e l’assegnazione di un congruo numero di neo-assunti dalle prossime procedure concorsuali.

L’incontro si è concluso con l’impegno da parte dell’Amministrazione di coinvolgere le OO.SS. per la soluzione dei problemi prospettati.

A margine dell’incontro il Capo Dipartimento ha inoltre comunicato che sullo stipendio del mese di luglio 2019, sarà adottata l’equiparazione dell’Indennità di Amministrazione, con l’aggiornamento dell’importo mensile e la liquidazione degli arretrati.