Convocazione delle OO.SS. del 23 febbraio 2017: un O.d.G. vago o incompleto

scarica il documento  Comunicato n. 59 del 21 febbraio 2017
In merito alla convocazione del 23 febbraio p.v. pervenuta con nota n. 23068 del 20/2/2017, indetta a distanza di ben due mesi dall’ultimo tavolo negoziale del 21 dicembre u.s., questa Organizzazione Sindacale rappresenta la necessità che l’apposito O.d.G., piuttosto vago, per la verità, oltre che formale nella indicazione “Informative varie”, possa prevedere prioritariamente discussioni di più ampio respiro al fine di consentire il necessario confronto con l’Amministrazione su una serie di istituti contrattuali non ancora definiti e non più rinviabili nonché su altre tematiche che sono di notevole rilevanza giuridica ed economica per molti lavoratori del MEF.

 

Modifiche all'ordinamento del lavoro pubblico

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 16 febbraio 2017  Dalla Federazione

Resi noti i testi relativi alle modifiche dei D.Lgs. 165/01 e 150/09, consegnati dal Governo il 15 febbraio u.s. nel corso dell’incontro tra le OO.SS. e il Ministro Madia.

 

Disservizio del sistema informatico Noi PA

scarica il documento  Nota del 1° febbraio 2017
In data odierna è stata inviata una nota di protesta al Consigliere Dott. Luigi Ferrara, Capo Dipartimento dell'Amministrazione Centrale del Personale e dei Servizi, circa il disservizio del sistema informatico Noi PA.

 

Il caso del Parco Archeologico di Pompei: rispettare i lavoratori e le regole democratiche

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 1° febbraio 2017 Dalla Federazione

«Ritengo doveroso intervenire a tutela dei lavoratori del Parco Archeologico di Pompei e dei responsabili sindacali di questa O.S. Antonio Pepe e Giuseppe Urbino» afferma Massimo Battaglia, Segretario generale della Federazione Confsal-UNSA «a seguito delle numerose interviste comparse in questi giorni su vari quotidiani italiani rilasciate dal Sovraintendente Osanna, dal Ministro Franceschini e dal Segretario nazionale del PD Matteo Renzi».

«Purtroppo per l’ennesima volta in questo Paese, un’assemblea indetta dalla 4^ forza sindacale del Comparto delle Funzioni Centrali, nonché prima forza in alcune amministrazioni, concentra su di sé un’attenzione mediatica che lede gravemente i diritti dei lavoratori e i diritti costituzionali del sindacato» continua Battaglia.

«Se si vuole ridurre la democrazia del nostro Paese a questi termini, la risposta di questa forza sindacale non può che essere quella di proclamare lo stato di agitazione dei lavoratori della sede di Pompei, preannunciando per il 9 febbraio –in concomitanza con la presenza prevista del Ministro Franceschini- il mio incontro con i responsabili sindacali del sito archeologico e i suoi lavoratori, con annessa conferenza stampa, al fine di tutelare i diritti dei dipendenti pubblici».

 

Dalla piattaforma UNSA all'accordo sindacale col Governo

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 19 gennaio 2017 Dalla Federazione

Dopo la sentenza n. 178/15 della Corte Costituzionale, l'UNSA ha subito compreso che per giungere ad una soluzione della vertenza del Pubblico Impiego e ad un nuovo contratto di lavoro, sarebbero stati necessari anche interventi legislativi che il Governo, in virtù di un ampio patto politico con le forze sindacali, si sarebbe dovuto impegnare a realizzare.

L'UNSA ha chiesto precisi interventi normativi in tal senso. Dopo meno di un anno, tale Accordo Politico, che recepisce molte proposte e soluzioni dell'UNSA, è divenuto realtà.

 

2017 piattaforma unsa

 

Pensioni: novità dal 1° gennaio 2017

scarica il documento  Nota CONFSAL-UNSA del 17 gennaio 2017 Dalla Federazione

Con l’entrata in vigore della legge n. 232/2016 (legge di bilancio 2017) ci troviamo di fronte ad alcune novità in materia pensionistica che di seguito elenchiamo:

- Abolizione delle penalizzazioni (accesso alla pensione con età inferiore ai 62 anni);

- APE volontaria (Anticipo finanziario a garanzia pensionistica);

- APE Sociale (Anticipo pensionistico con indennità di natura assistenziale a carico dello Stato);

- RITA (Rendita integrativa temporanea anticipata);

- Cumulo periodi assicurativi;

- Lavoratori precoci;

- Opzione donna.

A queste novità sono interessati tutti i settori lavorativi, pubblici e privati. Andando oltre quello che può essere la condivisione o meno di alcuni di tali strumenti, è nostra cura spiegare - con la documentazione allegata - chi e come ne può far uso per accedere anticipatamente alla pensione.

 

Incontro con l’Amministrazione sul sistema di valutazione del personale

scarica il documento  Comunicato n. 58 del 22 dicembre 2016
Il 21 dicembre u.s. si è svolto il previsto incontro tra l’Amministrazione, rappresentata dal Capo Dipartimento Consigliere Luigi Ferrara, e le OO.SS., con all'ordine del giorno il sistema di valutazione del personale.

Sull'argomento l’Amministrazione aveva fatto pervenire qualche giorno prima alle OO.SS. un documento relativo all’ “Introduzione di un sistema di valutazione del personale”. L’illustrazione del documento da parte del Capo Dipartimento non ci ha certo soddisfatti in quanto è, per l’UNSA, privo di passaggi fondamentali come basilari elementi oggettivi di giudizio, opportunità di eventuale contenzioso, ecc., ecc.. In ogni caso, sembra eccessivo e rischioso definire oggi un sistema di valutazione, alla luce dell’accordo quadro firmato lo scorso 1° dicembre con il Governo dalla nostra Confederazione che prevede sostanziali modifiche al dlgs 150/2009 (c.d. legge Brunetta) e ripristina il CCNL come fonte primaria della disciplina del rapporto di lavoro e la relativa gestione delle risorse destinate alla contrattazione integrativa.

Alla luce di quanto sopra rappresentato, l’UNSA ha perciò proposto all’Amministrazione di continuare il progetto congiuntamente alle OO.SS., vista la bontà dell’impianto, ma riconoscendolo per l’anno 2017 come semplice "sperimentazione".

 

Iniziativa tesa all'equiparazione dell’indennità di amministrazione

scarica il documento  Comunicato n. 57 del 12 dicembre 2016
Da più parti sono pervenute richieste di notizie sullo stato di avanzamento dell’iniziativa da noi intrapresa, tesa al raggiungimento dell’ “equiparazione dell’Indennità di Amministrazione” all’interno del MEF.

Alla nostra richiesta hanno fatto seguito confortanti contatti avvenuti tra il Capo Dipartimento, Dott. Luigi Ferrara ed il Ragioniere Generale dello Stato, Dott. Daniele Franco, i quali hanno favorito l’avvio di quel necessario approfondimento su cui esperti dei due Dipartimenti, ognuno per le proprie specifiche competenze, stanno lavorando per trovare modalità e strumenti per il raggiungimento dell’ambito obiettivo.

Certamente il percorso intrapreso non è e non sarà per nulla facile bensì molto complesso; eliminare l’attuale disomogeneizzazione è, infatti, un compito assai arduo ma noi ci ostiniamo a pensare e ad affermare convintamente che non per questo sia impossibile. Assicurandovi l’impegno totale dell’UNSA nel seguire passo dopo passo l’evolversi di tale iniziativa, siete tutti invitati, ancora una volta, ad unirvi a noi per dar maggiore forza alla nostra organizzazione.

 

Rinnovi PA: bene l'accordo, ora il contratto

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 1° dicembre 2016 Dalla Federazione

«L’accordo siglato ieri sul pubblico impiego è un primo passo ? Certo, ma non bisogna mollare. Dobbiamo arrivare velocemente al contratto per far avere risultati concreti ai lavoratori» afferma Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA.

«Dal 5 dicembre scatta il pressing per un’immediata direttiva all’Aran per il CCNL delle Funzioni Centrali» comunica il Segretario che aggiunge «Non bastano i sorrisi, le foto e le dichiarazioni. Servono i fatti concreti. Per questo mi sembra intellettualmente onesto ribadire che l’accordo di ieri è stato la finalizzazione dell’iniziativa della Confsal-UNSA che ha portato alla sentenza n. 178/2015 della Corte costituzionale per lo sblocco dei Contratti».

 

Contributo unificato 2014

scarica il documento  Notiziario del 30 novembre 2016
Con la delibera del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria n. 2622/2016 è stato integrato l’elenco degli uffici delle Commissioni Tributarie che hanno ridotto di almeno il 10% la giacenza rispetto all’anno 2013.

 

Corso di Preparazione al Concorso Pubblico, per titoli ed esami, a 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente Giudiziario, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia-Amministrazione giudiziaria

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 24 novembre 2016 Dalla Federazione

Si comunica che la Federazione Confsal-UNSA, congiuntamente con la ConfsalForm srl1, a seguito di numerose richieste, si è attivata per realizzare uno specifico “Corso di Preparazione al Concorso Pubblico, per titoli ed esami, a 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente Giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia- Amministrazione giudiziaria”.

Chi è interessato può inviare l’allegata domanda di pre-iscrizione, entro e non oltre il 12 dicembre 2016, alla seguente e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

Elezioni per il Fondo Perseo-Sirio: appello al voto

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 18 novembre 2016 Dalla Federazione

Nell'imminenza delle elezioni per l’Assemblea dei Delegati del Fondo di Previdenza Complementare Perseo–Sirio, Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA, dichiara: «La Federazione Confsal-UNSA da oltre 62 anni nella Pubblica Amministrazione è una parte sociale autonoma, indipendente, fuori dalle logiche confederali e per questo mi permetto – e mi scuso per il disturbo - di chiederVi di darci fiducia dando a noi quel voto che vorremmo conservare rendendoVi partecipi, se lo vorrete, non solo delle attività nel Fondo Perseo Sirio ma anche delle nostre attività sindacali.

Vorrei dirVi tante altre cose, sottolineando ad esempio che siamo il sindacato che ha vinto il ricorso alla Corte Costituzionale che con la sentenza n. 178/15 ha eliminato il blocco ai contratti nell’inerzia generale, ma Vi chiedo di verificare anche attraverso il nostro sito www.confsal-unsa.it le iniziative che nel tempo abbiamo realizzato. Così facendo Vi renderete conto a chi state consegnando il vostro voto.

Aggiungo solo, anche a chi non si sente tutelato o a chi non vuole votare, di farlo e di scegliere la Lista n. 1 Confsal-UNSA per assicurare un vero pluralismo negli organi del Fondo Perseo Sirio».

 

2016-11-23 come si vota elezioni fondo perseo-sirio

 

21-22-23 novembre 2016 elezioni per il Fondo Perseo-Sirio

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 15 novembre 2016 Dalla Federazione

Nei giorni 21-22-23 novembre si svolgeranno le elezioni per l’Assemblea dei Delegati del Fondo di Previdenza Complementare Perseo – Sirio e la Federazione Confsal-UNSA, in qualità di parte istitutiva del Fondo vi parteciperà con una propria lista. Alle elezioni possono partecipare, con un voto on-line, solo gli Iscritti al Fondo Perseo-Sirio che si dovranno collegare al sito http://www.fondoperseosirio.it/.

Decidere di votare per la Lista Confsal-UNSA significa evitare di premiare chi poco o nulla ha fatto negli anni per i lavoratori e per il rinnovo dei contratti nel pubblico impiego, e vuol dire scegliere chi ha fatto vero sindacato portando risultati concreti. 

2016-11-23 volantino elezioni fondo perseo-sirio

 

Battaglia (UNSA) e Carbone (FIALS): disponibilità del Governo sul pubblico impiego

scarica il documento  Comunicato FIALS-UNSA del 15 novembre 2016 Dalla Federazione

A seguito della manifestazione del 9 novembre u.s. a Piazza Montecitorio e alla volontà di proseguire con lo sciopero della fame per ottenere un contratto dignitoso per i dipendenti pubblici, l’UNSA e la FIALS sono state ricevute a Palazzo Vidoni.

«Abbiamo registrato una piena disponibilità da parte del Governo ad intervenire sulle criticità del pubblico impiego» dichiarano Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone, Segretari Generali rispettivamente della Federazione Confsal-UNSA e FIALS-Confsal, al termine dell’incontro odierno in Funzione Pubblica con la delegazione della Ministra Madia, presenti il Capo di Gabinetto B. Polverari, il Vice Capo di Gabinetto e il Segretario del Ministro.

«Il Governo, in risposta alle richieste formulate dall’UNSA e dalla FIALS, ci ha fatto sapere che si impegnerà a massimizzare il più possibile le risorse da destinare ai rinnovi contrattuali e al tempo stesso ad intervenire anche legislativamente per modificare la normativa vigente relativa al pubblico impiego su alcuni punti che abbiamo già da tempo segnalato. Ci riferiamo ad esempio, ma non solo, alla Legge Brunetta e al sistema delle relazioni sindacali» proseguono Battaglia e Carbone.

«Abbiamo potuto verificare inoltre la grande attenzione con cui in Funzione Pubblica si analizzano e approfondiscono le proposte avanzate nel corso del tempo dall’UNSA e dalla FIALS nell’ambito e in coerenza con la piattaforma confederale. Pertanto concludono Battaglia e Carbone «nel sospendere in questa fase lo sciopero della fame indetto per domani, attendiamo una rapida convocazione nei prossimi giorni da parte del Ministro per proseguire il confronto».

 2016-11-15 incontro in funzione pubblica