Pagamenti per la dirigenza

scarica il documento  Notiziario del 15 febbraio 2019
Si comunica che con emissione speciale del 20 febbraio p.v. verranno liquidate le indennità di risultato e di reggenza degli uffici, inoltre resterebbe confermato il pagamento del comma 165, cosiddetta cartolarizzazione, nel mese di marzo p.v.

 

Servizio di assistenza alla domanda di pensione

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 14 febbraio 2019  Dalla Federazione

Com’è noto la Federazione Confsal-UNSA ha attivato, dal mese ottobre 2018, un servizio gratuito di calcolo della pensione "QUOTA 100" raffrontato con il calcolo della pensione legge Fornero.

Grazie a tale servizio, che ha riscosso un grande successo, centinaia di colleghi hanno potuto verificare le differenze di pensione tra Quota 100 e legge Fornero.

Ora, a seguito dell’entrata in vigore della "QUOTA 100" sempre più lavoratori ci chiedono assistenza sulla presentazione delle dimissioni dal lavoro e sulla domanda di pensione.

Pertanto, al fine di prestare un'assistenza sempre più accurata e completa, la Federazione Confsal-UNSA ha costituito un nuovo servizio: "Servizio di assistenza alla domanda di pensione" per consulenza generale, valutazione della posizione contributiva, assistenza per le dimissioni dal lavoro, termini di preavviso, assistenza per l’inoltro della domanda di pensione, ecc.

Il servizio è gratuito, per richiederlo è sufficiente inviare una e-mail all'indirizzo indicato nel documento disponibile per il download.

Servizio assistenza pensione

 

Bollettino dell' 11 febbraio 2019

download3  Bollettino dell' 11 febbraio 2019
Bollettino

 

NoiPA: anno nuovo soliti problemi

scarica il documento  Notiziario del 5 febbraio 2019
Si comunica che in data odierna la scrivente O.S. ha interessato il Capo Dipartimento, Cons. Renato Catalano, in merito ai cronici ed irrisolti disservizi dell’applicativo NoiPA anche in relazione alla esigue giornate lavorative utili messe a disposizione dal sistema nel corrente mese di febbraio, chiedendo un urgente chiarimento ed autorevole intervento.

 

Mozione conclusiva del Consiglio Generale della Federazione Confsal-UNSA

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 30 gennaio 2019  Dalla Federazione

Resa nota la mozione conclusiva del Consiglio Generale della Federazione Confsal-UNSA riunitosi in data 30 gennaio u.s.

 

TFR, l’ora del giudizio è arrivata: fissata l'udienza alla Corte Costituzionale

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 30 gennaio 2019  Dalla Federazione

Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA dichiara con soddisfazione che «Finalmente l’ora del giudizio è arrivata. È di oggi la notizia che la Corte Costituzionale ha fissato per il 17 aprile alle ore 9.30 l’udienza per il ricorso UNSA sull’indebito ritardo del pagamento del TFR per i dipendenti pubblici».

«Finalmente, dopo un lungo e ostinato iter giudiziario, l’UNSA potrà esporre davanti alla Corte Costituzionale le ragioni di milioni di lavoratori, che dopo aver versato per decenni onestamente i propri contributi, mese dopo mese, sono costretti ad attendere il proprio TFR fino a 51 mesi, tra dilazioni e rateizzazioni» continua Battaglia, che aggiunge:

«Dopo che l’UNSA è riuscita a sbloccare la contrattazione nel pubblico impiego con la sentenza n. 178 del 2015 della Corte, ora conta di raggiungere un nuovo storico e fondamentale risultato per consentire ai lavoratori pubblici di vedersi riconoscere il TFR che si sono meritati nella loro carriera, immediatamente all’atto del pensionamento».

2019 ricorso unsa

 

Trattamento di pensione anticipata "quota 100" e altre disposizioni pensionistiche

scarica il documento  Guida CONFSAL-UNSA del 28 gennaio 2019  Dalla Federazione

Come promesso nella "news" del 20 dicembre 2018, sempre con l'intento di fare cosa gradita ai nostri iscritti che in questi mesi si sono rivolti al sindacato per ricevere maggiori informazioni in tema di pensioni, abbiamo preparato un nuovo documento utile a orientarsi tra le novità del "sistema pensionistico" appena varate dal Governo con il D.L. n. 4/2019, sul "trattamento di pensione anticipata “quota 100” e altre disposizioni pensionistiche".

2019 pensioni quota 100

 

Sicurezza sul lavoro: un diritto. Nuovo servizio UNSA

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 22 gennaio 2019  Dalla Federazione

Come determinato dal Congresso Nazionale, tenutosi a Paestum nell’ottobre scorso, uno dei punti programmatici di questa nuova stagione sindacale per l’UNSA sarà la tutela di un diritto sacrosanto, quello di recarsi al lavoro e non rischiare la propria incolumità personale, un diritto sempre più compresso a volte in modi quasi incredibili.

Le politiche di abbattimento di qualsiasi tipo di costo legato alla pubblica amministrazione si sono tradotte in:

  • Abbattimento costi legati al personale (blocco contratti, blocco assunzioni, diminuzione salario accessorio)
  • Abbattimento costi di funzionamento (mancano risorse per beni materiali e strumentazione)
  • Abbattimento costi per garantire la sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro (edifici cadono a pezzi, palazzi fatiscenti, cavi scoperti, danni agli impianti di condizionamento, accessi liberi di personale estraneo).

L’UNSA ha già fatto diverse battaglie sul tema della sicurezza sul lavoro, ma da oggi parte un servizio complessivo, su tutto il territorio nazionale, mettendo a disposizione dei lavoratori pubblici del comparto funzioni centrali, un responsabile nazionale dedicato che prenderà in carico le segnalazioni di criticità al fine di consentire all’UNSA di intraprendere tutte le azioni necessarie volte a ripristinare le condizioni di sicurezza. Per segnalare le criticità, contattare:

2019 servizio sicurezza sul lavoro

 

"Be Mef, Be Smart" – Proroga del periodo di sperimentazione del progetto "smart working"

scarica il documento  Nota del 21 gennaio 2019
Con una nota diffusa in data odierna, il Capo Dipartimento del DAG, dott. Renato Catalano, ha comunicato che l’Amministrazione intende disporre una nuova proroga al 30 giugno 2019 del periodo di sperimentazione del progetto "smart working" che interesserà il  personale già ammesso.

 

Anticipo TFS agli statali, pillola avvelenata del Governo

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 18 gennaio 2019  Dalla Federazione

Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA si chiede "Quale peccato originale deve scontare il mondo del lavoro pubblico per dover attendere sette mesi, e non tre come i privati, per accedere alla Quota 100 ?" e prosegue: "Finirà mai questo accanimento nei confronti dei lavoratori pubblici ?".

Prosegue Battaglia: "Sul TFS, anziché una soluzione definitiva, viene propinata una pillola avvelenata. Dalle notizie si apprende che per l’anticipo si tratterà di un prestito, fra l’altro molto parziale, sul quale il lavoratore comunque dovrà pagare parte degli interessi. Nulla cambia in merito alla rateizzazione, pertanto il dipendente sarà costretto ad attendere 2 o 3 anni per avere l’interezza del suo TFS".

Conclude Battaglia: "Consideriamo questa soluzione un palliativo che mortifica i dipendenti pubblici. Contro queste mortificazioni, proposte e riproposte nel tempo, abbiamo promosso il nostro ricorso alla Corte costituzionale nella quale confidiamo affinché siano cancellate le inique norme sul differimento e la rateizzazione del TFS per i dipendenti pubblici".

"Il nostro obiettivo è ridare dignità al lavoro pubblico durante l’attività lavorativa e anche quando si giunge al termine della carriera: il TFS è un diritto maturato con i propri puntuali versamenti contributivi e quindi deve essere erogato immediatamente nella sua interezza, senza differimenti e senza rateizzazioni e senza elemosine".

2019 anticipo tfs pillola avvelenata

 

Rappresentatività 2019–2021, altra vittoria UNSA !

scarica il documento  Comunicato CONFSAL-UNSA del 18 gennaio 2019  Dalla Federazione

L’Aran ha pubblicato l’accertamento della rappresentatività per il triennio 2019 – 2021.

Il documento certifica quanto avevamo preannunciato nei mesi precedenti e sancisce l’ennesima vittoria e affermazione dell’UNSA, che si rafforza quale quarta forza in assoluto del comparto delle funzioni centrali aumentando la distanza dalle altre OO.SS. che seguono.

L’UNSA, a differenza di altre organizzazioni sindacali, migliora il dato percentuale di rappresentatività, in virtù della fiducia espressa dai lavoratori verso una O.S. capace di difendere il lavoro pubblico, in tutte le sedi -dalle piazze, ai tavoli politici, alle aule giudiziarie fino alla Corte Costituzionale - e su tutti i temi cruciali, a partire dal recupero di un rispetto dovuto al lavoratore pubblico, fino ad arrivare all’immediato riconoscimento della “buonuscita” al momento del pensionamento.

Vogliamo ringraziare tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori che formano la nostra grande famiglia, che credono in un nuovo modo di fare ed essere sindacato, costruttivo e battagliero, perché è grazie a tutti, agli iscritti, ai responsabili sindacali, ai candidati alle rsu e ai voti ricevuti che abbiamo la possibilità di rafforzare questo gioiello del sindacalismo italiano che è l’UNSA.

2019 rappresentativita

 

Bollettino del 14 gennaio 2019

download3  Bollettino del 14 gennaio 2019
Bollettino

 

2018: chiusura in bellezza

scarica il documento  Comunicato n. 93 del 10 gennaio 2019
Si è appena concluso un anno molto “travagliato” che ha visto “luci ed ombre” (prima le “ombre” e poi le “luci”) e che sarà ricordato per il mancato rispetto della normativa relativa al benessere lavoro-correlato ma anche per gli ottimi risultati ottenuti.

E’ appena sufficiente ricordare alcuni punti tra i più importanti e più sentiti dal personale:

  • il comma 685 della Legge di Bilancio 2018, detto anche “tormentone Prelex”, vissuto quasi giornalmente da tutti i colleghi nelle sue ormai famigerate, nervose, frettolose e silenziose modifiche (“nessuno doveva sapere”… era questo l’input!) agli innumerevoli testi che incessantemente si susseguivano;
  • il mancato e tardivo rinnovo (o dimenticanza?) dell’Organismo Indipendente di Valutazione;
  • la tanto invocata (ormai da alcuni anni) perequazione dell’Indennità di Amministrazione.

Su questi argomenti, il lavoro e l’impegno dell’UNSA è stato incessante per cercare di riparare agli “errori/orrori” dell’Amministrazione, la stessa che, oltremodo, si era dimenticata per otto lunghi anni di aver formato un centinaio di impiegati, riconosciuti idonei al ruolo di funzionari, dopo costosissimi corsi. Ma il lavoro duro e serio paga, infatti, a fine anno i risultati, tanto attesi dal personale MEF, si sono finalmente visti:

  • il Comma 1129 della Legge di Bilancio 2018, le cui disposizioni erano state per anni fortemente richieste dall’UNSA, ha permesso, nel novembre scorso, agli oltre 100 colleghi in biblica attesa del ruolo di funzionari di potere ottenere quanto a loro spettante;
  • i forti attacchi e le continue pressioni ai vertici dell’Amministrazione per abbreviare i tempi della nomina dell’OIV, hanno consentito la liquidazione del FUA 2017 al personale tutto entro l’anno;
  • la dura e determinata battaglia intrapresa dall’UNSA contro la Prelex, portata avanti insieme ad altre sigle sindacali con mobilitazioni e manifestazioni al fine di stoppare una norma “indecorosa”, ha portato finalmente alla modifica del comma 685 della LdB 2018 tramite il comma 353 della Legge di Bilancio 2019;
  • infine, l’agognata perequazione dell’Indennità di Amministrazione, della quale l’UNSA (e chi ci ha sempre seguito lo sa benissimo!) rivendica orgogliosamente “la paternità” per essere stata, sin dall’agosto 2016, la prima propositrice di questo ambizioso obiettivo, nonostante le perplessità e le diffidenze di tanti, abbiamo subito creduto in quello che era divenuto l’oggetto del desiderio di tutti e c’è voluto il Comma 351 di quest’ultima Legge di Bilancio per rendere giustizia al nostro lavoro certosino che ha permesso di portare nelle tasche dei lavoratori un cospicuo incremento stipendiale.

Gli ottimi risultati raggiunti in questi ultimi due mesi del 2018 hanno finalmente ribaltato una situazione che era diventata esplosiva all’interno del MEF e ciò ci fa ben sperare per questo nuovo anno che è appena iniziato con tante speranze.

Non si può, però, non evidenziare il fatto che in questo incessante lavoro non siamo stati soli. E’ avvenuto, infatti, quello che non è mai accaduto e, cioè, che l’Autorità Politica e l’Amministrazione, profondamente cambiate nei suoi uomini di vertice, hanno deciso finalmente di lavorare con noi per venire incontro alle attese del proprio personale e di questo dobbiamo ringraziare le capacità di ascolto del Sottosegretario On.le Alessio Mattia Villarosa, del Vice Ministro On.le Laura Castelli e del Capo Dipartimento DAG Cons. Renato Catalano, che, con il costante e professionale impegno profuso dai loro rispettivi Uffici di Segreteria e di Staff, sono sempre riusciti a mantenere un filo diretto con chi rappresentava la giusta protesta dei lavoratori, permettendo così di raggiungere i meritati obiettivi.

Pertanto l’UNSA rimane fiduciosa che questa “esperienza” possa ripetersi ogniqualvolta dovessero sorgere analoghe problematiche.

Siamo orgogliosi del nostro lavoro e degli obiettivi raggiunti e ne sono testimonianza, le numerose deleghe pervenute in questi ultimi due mesi che oltremodo ci spronano a continuare sia nei momenti positivi che in quelli più difficili.

A tutti un sereno 2019.

 

Fondo di Previdenza del MEF: le novità della Circolare 2019

scarica il documento  Notiziario del 3 gennaio 2019
Si informano i colleghi che il Fondo di Previdenza MEF ha emanato la circolare n. 1 relativa all’anno 2019 che presenta rilevanti novità. In particolare segnaliamo:

• le spese sanitarie non rientranti in Tab. A saranno sovvenzionate al 60%;

• ad ogni istanza di sovvenzione per malattie e spese sanitarie verrà applicata una franchigia di € 20 che verrà trattenuta all’atto della liquidazione della pratica;

• le spese per dentista, psicoterapeutiche e per occhiali e lenti saranno sovvenzionate al 50%;

• il limite annuale per le spese per gli occhiali e lenti a contatto viene fissato nella misura di 500,00 euro.

Ed inoltre: "Fino alle ore 12:00 del 31/01/2019 potranno essere presentate domande di sovvenzioni malattie e spese sanitarie contenenti spese sostenute e/o eventi insorti fino al 31/12/2018 che saranno sovvenzionati con i criteri di cui alla circolare n. 1/2018. Le spese sostenute dal 01/01/2019 potranno essere inoltrate attraverso il sito del Fondo solamente dal 01/02/2019".

Per tutte le altre novità vi invitiamo a prendere visione della circolare n. 1/2019 disponile sul sito: http://www.fondoprevidenzafinanze.it.

 

La nostra vittoria: passati gli emendamenti richiesti

scarica il documento  Comunicato unitario del 31 dicembre 2018

LA NOSTRA VITTORIA

Passati gli emendamenti richiesti

 

LEGGE DI BILANCIO 2019 :

- PEREQUAZIONE INDENNITA’ D’AMMINISTRAZIONE A TUTTO IL PERSONALE MEF

- SOSTITUZIONE COMMA 685 (PRELEX) E RIDUZIONE DEL 65% (DA 7 MILIONI A 2,5 MILIONI) DELL’AUTORIZZAZIONE DI SPESA

ALTRO CHE “TRIADE” E “MOSCHETTIERI”...

 

VINCONO I LAVORATORI CON LA LORO MOBILITAZIONE

 

 

CONFSAL UNSA, USB PI, FLP e COBAS

 

Firmato l'accordo nazionale sul comma 165 c.d. "cartolarizzazione"

scarica il documento  Notiziario del 21 dicembre 2018
Si comunica che in data odierna è stato sottoscritto l’accordo nazionale, di cui si allega una copia della bozza, relativo al comma 165 cosiddetta “Cartolarizzazione”, anno 2017.

Si informa inoltre che è stato firmato in via definitiva l’accordo sul CUT 2016/2017.

Si prevede che le relative liquidazioni, possano avvenire sulle rate stipendiali di febbraio o marzo 2019.